Romania: viaggio nella Dacia romana e in Transilvania

Nella parte più selvaggia e romantica dei Balcani, nelle terre comprese tra la catena dei Carpazi e il Danubio,  alla scoperta della più estrema e turbolenta Provincia Romana. Sulle orme di Traiano nella sua guerra contro i fieri Daci, fino agli oscuri secoli del Medioevo, in un principato che con i suoi castelli si frappose all’avanzata dei Turchi.

Emergenze artistiche ed archeologiche di grande fascino: il comprensorio dei bellissimi monasteri dipinti della Bucovina in Moldavia, centri di propagazione della cultura figurativa romano-bizantina, con Voronet, – soprannominata “la Cappella Sistina dell’Oriente“, dedicata a San Giorgio -, e Moldovita uno dei più importanti monumenti di arte medievale della  Romania.

Tra le città storiche spicca Sighisoara, preservata come  Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, bellissima cittadina ancora intatta nella sua architettura medioevale, nota per essere stata il luogo di nascita del celebre voivoda Principe di Valacchia Vlad III Dracula al quale si ispirò il celebre romanzo dello scrittore irlandese  Bram Stoker. I castelli della Transilvania, il più famoso e il più visitato il castello di Bran,  vero tormentone di ogni viaggiatore in terra rumena, sfondo per le storie e le leggende che ruotano attorno al fatidico conte Dracula.La colonizzazione romana viene affrontata con la visita alla colonia  Ulpia Traiana Sarmizegetusa capitale della Dacia romana fondata alla base dei Carpazi tra il 106  e  Adam Clisi  con l’imponente Tropaeum Traiano, eretto dall’imperatore Traiano per celebrare la vittoria dei Romani sui Daci nella battaglia di Tape.

Completerà il viaggio la visita all’importantissimo Museo Nazionale della storia della Romania in cui si conservano importanti reperti preistorici, romani e barbarici, e  il  Tesoro Nazionale che racchiude oltre 2000 oggetti in oro, argento e pietre preziose, tra cui il famoso tesoro romano-barbarico di Pietroasa.

Impossibile riassumere l’itinerario, che risulta essere sufficientemente completo e al di fuori dei circuiti turistici di massa

Il viaggio sarà preceduto da una visita della Colonna Traiana vero affresco che  testimonia le fasi salienti della campagna condotta dall’Imperatore Traiano, contro le genti di Dacia soggette al Re Decebalo


Programma di massima

 1°giorno : Al mattino presto, ritrovo dei partecipanti  all’aeroporto di Fiumicino-Leonardo da Vinci- Operazioni d’imbarco e partenza del volo di linea Alitalia per Bucarest. All’arrivo incontro con la guida e partenza immediata in pullman riservato g.t.   verso Curtea de Arges vecchia capitale dalla Valachia. Seconda colazione in ristorante e successiva visita del Monastero Curtea de Arges  e della Chiesa principesca del Santo Nicolae. Costituiva un monumento spiccatamente bizantino, che faceva seguito a un altro edificio, di tipo più occidentale, la basilica a tre navate di Câmpulung, altra residenza principesca valacca – ove morirono o furono sepolti Basarab I e Nicola Alessandro.  In serata arrivo a Raminicu Valcea (220km totali).  Registrazione  in Hotel. Cena e Pernottamento.

 

2°giorno : Partenza verso  il Monastero Cozia uno dei più vecchi della Romania- Fondazione del principe crociato Mircea il Vecchio (1386-1418). Si tratta di una chiesa edificata e decorata tra il 1387 e il 1391, che presenta facciate assai simili a quelle delle chiese serbe della valle della Morava, con incorniciature in pietra delle finestre decorate in bassorilievo schiacciato di tipo orientale (echi orientali, islamici, ritornano nell’epitaffio ricamato di Cozia, del 1396), con pitture murali, conservate nel nartece, tipiche, per stile e iconografia, degli ambienti monastici dei Balcani. Proseguimento verso Sibiu una vivace città sassone fondata nel XII secolo da commercianti arrivati dal centro dell’Europa in cerca di nuovi mercati. Vi  si trovano una possente cinta muraria protetta da 39  torri  e 4  bastioni fatti costruire dalle corporazioni degli artigiani. Famose le 2 piazze con le loro cerchia di case tipiche sassoni, la Cattedrale Cattolica, la vecchia Torre del Consiglio.  Seconda colazione in corso di escursione. In serata arrivo ad Alba Iulia (200km totali) l”antica città di Apulum, fondata dai romani nel II sec. sotto Marco Aurelio e distrutta dai Tartari nel 1241, dove si visiterà la cittadella di Alba Carolina, eretta tra il 1714 e il 1738 sulle fondamenta di una fortezza medievale. Progettata dall’italiano Giovanni Morando Visconti secondo il modello delle cittadelle a pianta stellare, si impone come il più importante complesso fortificato di tutta la Romania. Registrazione in Hotel, cena e pernottamento.

 3°giorno : Partenza di buon mattino, per l’escursione di una giornata  (350km totali)  a Ulpia Traiana Sarmizegetusa la capitale della provincia romana Dacia Felix.  Fu fondata sul precedente castrum militare di Traiano in relazione alla conquista della Dacia ed alla conseguente creazione della Provincia.  Durante il regno di Traiano ebbe un ruolo guida a livello amministrativo e religioso, nel cuore della Transilvania, protetta da entrambi i lati dalle due legioni lasciate a guardia della nuova provincia: ad est dalla legio XIII Gemina di stanza ad Apulum ed a ovest dalla legio IIII Flavia Felix di stanza a Berzobis. Il sito archeologico è ricco di vestigia romane tra cui: un acquedotto, due fori,  un anfiteatro, due granai, numerosi templi quale centro religioso provinciale (tra cui uno dedicato al Libero padre, ad Esculapio, alla dea Nemesi ed un tempio Capitolino), un teatro, l’abitazione del Procurator Augusti, abitazioni private, locali industriali e commerciali.  Dopo la visita del sito il percorso continua con la visita alla Chiesa del Santo Nicolae di Densus  costruita al inizio del Medio Evo utilizzando materiale di reimpiego dei siti romani.  Proseguimento  verso Hunedoara dove si visiterà  il Castello dei Corvin. Eretto nel XIV sui ruderi di una fortezza romana, servì’ da roccaforte fino al 1400, quando il Principe Iancu de Hunedoara lo trasformò nel più bel castello, di stile gotico,  della Transilvania.  Seconda colazione in corso di escursione. Cena e pernotto in hotel.

4°giorno: Visita di Alba Julia con l’insigne Cattedrale Cristiana Ortodossa dell’ Unificazione, la    Sala dell’ Unione, il Museo  di Storia  e le mura della città.  Successiva partenza  verso  Sighisoara,  con un centro storico perfettamente conservato,  con struttura urbanistica ed edifici caratteristici di una cittadella medievale, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. E’ nota per essere stata il luogo di nascita del celebre voivoda Principe di Valacchia Vlad III Dracula al quale si ispirò il celebre romanzo dello scrittore irlandese i Bram Stoker.  Proseguimento del viaggio , varcando i Carpazi attraverso  il passo Tihuta (1227mt ) che ci offrirà  paesaggi bellissimi ed arrivo a Vatra Dornei  (200km totali).  Registrazione in hotel, cena e pernottamento.

 

5°giorno:  Giornata dedicata alla visita di Monasteri della Bucovina patrimonio dell’Umanità, che con i loro affreschi dai colori purissimi narrano le storie dei Santi e della Vergine, oggetto di contestazione del movimento protestante che veniva nascere, e si inseriscono in quello che fu definito il Rinascimento romeno nato dopo la presa di Costantinopoli da parte degli Ottomani. Gli affreschi esterni e il brillante cromatismo dei monasteri, incorniciati nel verde degli scenari naturali, li rendono unici al mondo ed ognuno di essi si distingue per un particolare: Moldovita, complesso monastico al centro di un   pittoresco villaggio,  i cui affreschi sono prevalentemente in tinte gialle, fu fatto costruire nel 1532. Anche esso è fortificato con robuste mura e torri. E’ uno dei più importanti monumenti di arte medievale della Romania : gli affreschi interni e esterni raffiguranti l’Assedio di Costantitopoli risalgono al 1537;  Sucevita per la Scala delle virtù. E’  il più grande e nello stesso tempo il miglior monastero della Bucovina,  stupisce i suoi visitatori grazie alla bellezza dei suoi affreschi esterni e alle sue mura di cinta simili a quelle di una fortezza;  Voronet, gioiello architettonico della Bucovina, in cui spicca il cosidetto “azzurro di Voronet”. La chiesa del monastero è considerata la “Cappella Sistina d’Oriente”. Seconda colazione in corso di escursione. In serata arrivo a Gura Humorului (150km totali). Registrazione in hotel, cena e pernottamento.

 

6°giorno:  Di buon mattino, partenza verso la tipica città di Pietra Neamt, nella valle del fiume Bistrița al limite dei Carpazi orientali. La più importante struttura monumentale è senza dubbio il complesso della Cittadella, la cui costruzione venne avviata da Ştefan cel Mare  nella seconda metà del XV secolo. Durante la passeggiata avremo modo di ammirare il complesso, ubicato nel centro della città attuale,che si compone del Palazzo della Corte, della Chiesa di Corte, dedicata a San Giovanni Battista e del vicino campanile, alto 19 metri e divenuto il simbolo della città. Visita del Museo Archeologico, un museo unico in Romania, dedicato alla cultura archeologica Cucuteni, del tardo neolitico, che espone i reperti scoperti nell’omonimo villaggio sito in Moldavia. Le prime tracce di insediamenti umani risalgono al Paleolitico superiore, circa 100.000 anni a.C. tra il 3600 ed il 2600 a.C. e proprio qui si sviluppò la Cultura di Cucuteni. Nel Museo sono inoltre raccolti i reperti di circa 150 scavi archeologici effettuati nella regione. Proseguimento verso la  Transilvania. Varcando i Carpazi si arriverà a Bicaz. Da qui l’itinerario della giornata propone il suo tratto più spettacolare, inoltrandosi nelle Gole di Bicaz  fino a salire al Lacu Rosu. Le gole presentano  un canyon lungo 10 km. che collega la Transilvania alla Moldavia. Sono il risultato dell’erosione delle rocce calcaree mesozoiche alte 300-400metri formando dei paesaggi spettacolari, fino ad assumere l’aspetto di muraglie calcaree.  Oltre la gola si apre il lago Rosso, formatosi nel 1837 in seguito ad alcune frane, il cui colore è dovuto ai depositi di ossido di ferro in sospensione. In serata arrivo a Brasov (370km totali) la bella città transilvana cui la colonizzazione sassone ha regalato un caratteristico volto.  E’ una delle più grandi e vivaci città del paese, situata all’incrocio di importanti vie commerciali e alle falde del monte Tampa. La città trae le sue origini dall’insediamento dei coloni sassoni, arrivati al seguito dei Cavalieri Teutonici, chiamati a loro volta  dal re d’Ungheria per difendere il paese dall’espansionismo turco. Era nota nel medioevo  per le  corporazioni che la resero un importante centro per gli scambi  commerciali.  Registrazione in hotel, cena e pernottamento.

 

7°giorno: Mattinata dedicata alla  visita di Brasov. Il centro cittadino ha come fulcro la piazza del Consiglio, con la torre del  comune, le case risalenti alla metà del XVI secolo, la Chiesa Nera, la più grande chiesa gotica di tutta la Romania, eretta in circa un secolo tra il 1385 e il 1477, la Chiesa del Santo Nicolae di Schei Brasovului, il Museo della Prima Scuola Romena di Scheii Brasovului. Partenza verso Bran Seconda colazione e successiva visita al Castello, il più pittoresco del paese, noto erroneamente come castello di Vlad l’Impallatore, il celebre Dracula. In realtà il castello fu costruito come fortezza per difendere la via commerciale che univa la Transilvania alla Valacchia. Dopo la guerra del ’18, divenne residenza estiva della famiglia reale ed ospita oggi il  museo della vecchia dogana medievale che  raccoglie varie collezioni di mobili e d’arte.  Arrivo a Sinaia (100km totali) , la più nota stazione della valle del Prahova,  immersa fra monti, foreste e sentieri. Registrazione in hotel, cena e pernottamento.

 

8°giorno:  Visita del castello Peles, bella residenza della famiglia reale, edificio del XIX secolo costruito dal re  Carol I su progetti degli architetti Wilhelm von Doderer di Vienna e Johann Schultz di Leopoli, somigliante ad un enorme chalet.  E’ stato il primo castello d’Europa ad essere fornito di riscaldamento e elettricità centralizzata. Proseguimento verso  Berca. Seconda colazione e successiva visita i “vulcani di fango“, colline alte da pochi decimetri a parecchi metri che eruttano argille rammollite dall’acqua contenenti sostanze saline, metano e idrocarburi. In serata arrivo a Tulcea (470km totali). Registrazione in hotel, Cena e pernottamento.

 

9°giorno:  Mattinata dedicata alla visita della fortezza medievale di Enisala situata sulla riva alta dalla laguna Razelm Sinoe,  in quella che era la Dobrugia bizantino-genovese, regione che entrò a far parte, per alcune decine di anni, della Valacchia. Della  Fortezza Enisala si conservano solo le sue rovine ma il panorama che si vede   dalla fortezza è spettacolare. Il percorso continua con la visita del sito archeologico dell’ antica città di Histria polis coloniale greca sulle coste del Mar Nero. Fondata dai Milesi per stabilire traffici commerciali con i Geti autoctoni, divenne la più importante tra le città greche nel territorio dell’attuale Romania. L’antica colonia sorse su una penisola, circa 5 km a est dell’attuale comune rumeno di Istria sulla costa della Dobrugia. Da allora, l’antica linea di costa, si è spostata a formare la costa occidentale del lago Sinoe, quando i depositi del Danubio formarono un banco che racchiuse l’antica linea di costa. Si visitano le mura di cinta con le torri di difesa, le rovine dei templi greci, i quartieri romani, le terme, la basilica cristiana del VI secolo, ed infine il museo. Arrivo a Costanza (150km totali),  grande città che conserva  testimonianze del passato greco-romano. Seconda colazione e nelpomeriggio visita del Museo di Storia ed Archeologia che custodisce numerosi reperti greci e romani, nonché il celebre Glycon, statua dal corpo di serpente e dalla capigliatura umana, divenuto il simbolo della città. A seguire, la Cattedrale Cristiana Ortodossa   dei Santi Apostoli Petru e Pavel, nei cui pressi sono visibili le fondazioni delle case dell’ antica   città di Tomis. Registrazione in Hotel. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

 

10°giorno:  Nella mattina partenza verso Adam Clisi sede del più importante monumento storico della regione, l’imponente Tropaeum Traiano eretto intorno al 110 d.C. per ordine dell’imperatore Traiano per celebrare la vittoria dei Romani sui Daci nella battaglia di Tape.  Successiva visita del bel Museo di Archeologia. Proseguimento per il villaggio di Topalu per visitare le rovine della cittadella di Capidava, situata in riva al Danubio e contraddistinta dai resti delle mura di un castrum  romano del II secolo rimaneggiate nei secoli successivi fino all’epoca bizantina.  Seconda colazione in corso di escursione e in serata arrivo a Bucarest (350km totali). Registrazione in hotel. Cena e pernottamento.

11°giorno:  Visita di Bucarest, la cui storia è legata al nome del principe Vlad Tepes, l’Impalatore, che nel 1459 firmò un documento che attesta l’esistenza della città come capitale prima della Valacchia e poi della Romania. L’opera di modernizzazione effettuata dagli architetti francesi nel corso dell’800 hanno ridisegnato la fisionomia della città con piazze, lunghi viali alberati e monumenti tipici come l’arco di trionfo, che le hanno valso il nome di “piccola Parigi”.  Una panoramica sulla città ci permetterà di ammirare :  la Piazza del Palazzo, con l’ex palazzo reale; l’Athenaeum Romeno, sede della filarmonica;  il Palazzo del Parlamento, costruito nel 1984 da Ceausescu; la cattedrale patriarcale; la Piazza dell’Università, dove lungo i suoi muri sono visibili ancora i segni dei proiettili sparati durante la rivoluzione del 1989; la Piazza Romana, dove si può ammirare la statua della lupa capitolina con Romolo e Remo donata dall’Italia alla capitale; ed infine la Piazza della Vittoria, dove si affaccia il palazzo del Governo.  Visita del Museo Nazionale, che espone dipinti, sculture e arazzi che raccontano la storia romena, nonché il “Tesoro Nazionale” che racchiude oggetti in oro, argento e pietre preziose. Seconda colazione dell’arrivederci in ristorante cararatteristico di  Bucarest . Nel tardo pomeriggio trasferimento al aeroporto. Operazioni d’imbarco e partenza del volo di linea Alitalia per Roma – aeroporto di Fiumicino-Leonardo da Vinci, con arrivo in serata. Sbarco. Fine dei nostri servizi.

PARTENZA : dal  05 al   15 GIUGNO 2014 (Giov/Dom) – 11 giorni / 10 notti – DOCUMENTI : Carta identità (senza timbro di rinnovo)oPassaporto in corso  di validità (all’interno dell’area Schengen non è necessario apporre le marche).  CLIMA: la Romania ha un clima temperato continentale, con quattro stagioni distinte, molto simile a quello del Nord Italia. I   mesi migliori per visitare la Romania sono da aprile al ottobre, escludendo i mesi più caldi di luglio e agosto. Temperature medie ad aprile 11/13°C, maggio 16/19°C, Giugno 19/24°. E’  consigliabile un abbigliamento di tipo primaverile/estivo con  qualche capo più caldo per la sera e le alture. Comunque comodo ed informale – VOLI AEREI  : voli di linea Alitalia – ASSICURAZIONE VIAGGIO : l’Organizzazione stipula per ogni viaggiatore una speciale polizza  di Assistenza Medica,  Bagaglio e Annullamento.  Si prega prendere in visione  l’allegato  fac-simile.  Sarà  possibile estendere le già previste coperture e richiederne  facoltativamente al momento della prenotazione del viaggio (attenzione alle malattie pregresse).  MEZZI  TRASPORTO E ALBERGO : verrà utilizzato un pullman G.T. riservato per tutti  i trasferimenti e le visite inserite nel programma. Le strade della Romania, molto spesso,  sono lente ed  in condizioni di manutenzione modeste.  La sistemazione alberghiera sarà prevista in  buoni e selezionati Hotels  [4* Hotel Sofianu/Ramnicu Valcea, 4*Hotel Parc/Alba Iulia, 4*hotel Dorna/Vatra Doronei, 4* Hotel Best Western Bucvovina/Gura Humorului, 4* Hotel Ramada/Brasov, 4*Hotel New Montana/Sinaia, 4* Hotel Delta/Tulcea, 3*Hotel Ibis (camere superior vista mare)/Costanza  e  4*Sup. Hotel Europa/Bucarest, o similari].

QUOTA  INDIVIDUALE  DI PARTECIPAZIONE  “TUTTO COMPRESO”  (base 25/30 partecipanti):  EURO  1.895,00

TASSE AEROPORTUALI (soggette a riconferma all’emissione dei biglietti):  EURO    132,00

SUPLEMENTO  CAMERA SINGOLA:  EURO    290,00

Chiediamo a tutti coloro che manifesteranno un interesse per il viaggio di confermare la loro adesione  in tempi brevi, per dare   modo all’agenzia  di procedere con l’organizzazione del viaggio ed assumere ogni relativo impegno. Si voglia notare che il viaggio tiene conto di ottime tariffe aeree, soggette al vincolo della disponibilità.

Prenotazioni:  all’uscita del presente programma le  iscrizioni sono da intendersi già aperte, queste potranno essere effettuate unicamente presso l’Associazione Athena e confermate con versamento di  Euro  500,00   a ritenere come caparra per il volo aereo  (a garanzia dei posti   prenotati,  è necessario   versare il deposito con largo anticipo).

Saldo : entro il termine di Venerdi  2 Maggio  presso l’Associazione Athena.   In caso contrario  verrà  ritenuta  nulla la prenotazione effettuata, con  la   perdita  totale dell’acconto versato. Verrà fornito il “Quaderno diViaggio” con programma dettagliato, recapiti utili, informazioni  legate  alla destinazione  (di carattere tecnico-informativo, abbigliamento, elettricità, consigli utili  etc..) e pagine di  letture culturali.

La Quota individuale  comprende: Viaggio aereo con voli di linea ALITALIA, classe turistica, franchigia 20 kg. più bagaglio a mano-*Pullman g.t.  per i Trasferimenti, le Visite ed Escursioni, come da programma – * Guida professionale  locale parlante italiano – * Sistemazione in Hotels 4* e 3*,   in  camera doppia con servizi privati – * Trattamento di pensione completa dalla Seconda colazione del 1° giorno alla seconda  colazione dell’11° giorno con diversi pasti in ristoranti  tipici – *Biglietti d’ingresso ai Musei, Monumenti e Monasteri  – *Assicurazione Medico/Bagaglio/Annullamento   -*Set & Quaderno di viaggio -* Tasse e  percentuali  di servizio -*Tutte le mance, compresi guida e autista.

La quota non comprende: le Tasse aeroportuali (Euro 132 ),  gli extras di carattere personale (bevande, servizio di lavanderia, telefono etc-..) e  quanto  non  espressamente menzionato in programma.

Si pregano i Signori Soci, già iscritti al viaggio, di  voler  sempre prendere contatto con il Sodalizio almeno 30giorni prima della partenza,  per accertarsi dell’avvenuta conferma del viaggio o per conoscere l’eventuale adeguamento, nel caso in cui si rendesse necessario aggiornare  la quota di partecipazione (mancato raggiungimento del quorum stabilito, aumento delle tariffe aeree, etc). Essendo in certi casi determinante il mantenimento delle iscrizioni  raggiunte per garantire l’effettuazione del viaggio, si prega comprendere quanto ogni singola defezione, seppur spesso con gravi  motivazioni, anche nei termini prescritti, danneggi l’iniziativa e lo sforzo congiunto degli Organizzatori e dei Direttori Culturali).

Condizioni Generali di Contratto di Vendita di Pacchetti Turistici : la vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero, è disciplinata- fino alla su abrogazione ai sensi dell’art. 3 del  D.Lgs. n.79 del 23 maggio 2011 (Il Codice del Turismo)-  dalla L. 27/12/1977 n° 1084 di ratifica ed esecuzione della Convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV) firmata a Bruxelles il 23.4.1970 – in quanto applicabile – nonché dal Codice del Consumo di cui al D. Lgs n. 206 del 6 settembre 2005 (artt.82-100) e sue successive modificazioni.

Cancellazioni:   l’Agenzia Organizzatrice  applicherà le penalità secondo quanto indicato nelle “Condizioni Speciali – Pacchetti Turistici in Organizzazione” riportate nelle suddette  Condizioni Generali  e nella Scheda Tecnica (copia disponibile in Sede). Titolo di penale sarà la relativa percentuale della quota di partecipazione in dipendenza del numero di giorni di calendario  che mancano alla data di partenza del viaggio (il primo scaglione prevede il 10% dalla conferma di prenotazione e fino a 30 giorni prima della partenza),  unitamente all’importo dell’eventuale  penale applicata dalla compagnia aerea in caso di avvenuto pagamento di deposito , non rimborsabile, a garanzia dei posti prenotati o in caso di emissione anticipata di biglietteria aerea.

Per necessità contingenti il  programma  potrà  subire delle modifiche nell’ordine di esecuzione, fermo restando il contenuto

NOTIZIE IMPORTANTE PER I VIAGGIATORI :  i nostri viaggi sono realizzati con tariffe  in  classe speciale. Se, all’atto della concretizzazione del gruppo e quindi della conferma,  tali classi non fossero disponibili l’Associazione,  preventivamente avvisata dall’agenzia organizzatrice,  provvederà a dare comunicazione  dell’eventuale supplemento dovuto ai Soci  iscritti al viaggio.  Questi biglietti non sono quasi mai rimborsabili e non consentono  il rimborso parziale di tratte non utilizzate.  Le Condizioni sono dettate dalla Compagnia, sia essa aerea o marittima, che provvederà al trasporto dei passeggeri.

SCARICA IL PDF Download PDF
Europa, I Viaggi del Passato
No Responses to “Romania: viaggio nella Dacia romana e in Transilvania”

Leave a Reply